Resistenza Techno

Postato da Project Group il 8 Novembre 2019

Ispirati da un articolo del wall street journal anche noi in PG ci siamo confrontati con il tema della resistenza in ufficio all’introduzione di nuovi supporti tecnologici!

E’ vero, anche in Project Group ad ogni novità sembra si creino naturalmente due fazioni: quella degli entusiasti (sempre e comunque) e quella dei preoccupati (sempre e comunque). Il primo gruppo è fatto da chi di noi corre molto velocemente ed ha un nemico su tutti: la noia. Per questo è costantemente alla ricerca di nuovi stimoli e accoglie qualsiasi novità a braccia aperte! Il secondo gruppo è fatto dai più metodici e affidabili, che scorgono in un nuovo strumento il pericolo di errore e anche di perdite di tempo.

Ma lo sappiamo: l’adattamento alle nuove tecnologie è diventato necessario nella maggior parte delle professioni e quella del consulente non fa certo eccezione, anzi!

Tuttavia come lo stesso articolo americano sottolinea, la lotta con una nuova tecnologia complessa può spesso causare timori di incompetenza o perdita di status tra i colleghi, portando alcuni di noi ad evitare l’utilizzo della tecnologia per non trovarsi incompetenti ed in imbarazzo di fronte agli altri.

Come consiglia l’articolo, gli step più indicati per far sì che un nuovo strumento venga naturalmente abbracciato dall’azienda passano attraverso la collaborazione tra le persone:

– mostrare empatia e resistere a qualsiasi desiderio di criticare o etichettare chi di noi è in un momento di “Burn-out tecnologico”.

– affiancare il collega e provare ad alleviare con ciò, ansie o paure.

– spiegare come i nuovi strumenti possono essere utili nel lavoro.

– suggerire video tutorial o esercizi pratici su misura .

– organizzare training on the job per dare il tempo di padroneggiare nuovi sistemi.

– mettere in conto che le prestazioni possano rallentare per un po ‘di tempo fino a quando tutti non impareranno nuovi strumenti.

Quando abbiamo deciso di introdurre in Project Group la wiki aziendale (ne abbiamo parlato qui) abbiamo toccato con mano le stesse problematiche evidenziate dall’articolo citato.
Per riuscire a superare gli scogli all’adozione,  cercare di coinvolgere tutti i colleghi e per non lasciare indietro nessuno, abbiamo:

– chiesto a chi più entusiasta e capace ad utilizzare la wiki di affiancare e supportare con pazienza chi si sentiva meno “a bordo” del nuovo sistema;

– creato dei meeting per tutti consulenti dove abbiamo organizzato giochi e piccoli contest per cercare di rendere lo strumento tecnologico meno “pauroso”;

– messo a disposizione una persona appositamente per aiutare i consulenti a superare l’imbarazzo del “non sapere usare”, tramite formazione e tutoraggio.

E’ stato vincente questo processo di supporto e affiancamento? Eccome! Oggi la wiki è utilizzata non solo dai consulenti Project, è stata adottata anche da diversi nostri clienti.

Categorie: Industria 4.0 | Management | Project Group

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Newsletter

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail per ricevere le nostre newsletter

Iscriviti per: Project Group 2014 Newsletter
Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy*