Controllare le emozioni sul lavoro

Postato da Manuela Crovato il maggio 17, 2010

eye emotions da Lin Pernille

Il luogo di lavoro, come tutti gli ambienti di vita, è pieno di emozioni.

A chi di voi non è mai capitato di provare rabbia, gioia, paura o tristezza mentre sedeva al tavolo del proprio ufficio?

Al di là della ragione scatenante, lavorativa o privata che sia, gli esperti ci dicono che è indispensabile imparare a gestirle e controllarle.

Il primo vero passo consiste nel saperle riconoscere e accettare: è fortemente sconsigliato negarle o, peggio, sopprimerle; si potrebbe, infatti, “sbottare” in un momento successivo o, peggio, somatizzare.

Una volta identificate dovrete esprimerle, ma badate bene, nel modo e nel contesto più appropriati! Il che significa, ad esempio, che, rimproverati dal vostro capo ufficio, non dovrete piangere davanti ai suoi occhi, ma ben chiusi dentro il bagno, fino a che il vostro turbamento non si sia attenuato…Dopodichè, dovreste essere nelle condizioni di poter discutere.

Se ancora non avete letto il libro “Gestire l’emotività sul lavoro. Come comunicare e controllare le emozioni” di Francesca Romana Suggelli, forse non sapete che esistono quattro modi per controllare l’emotività: si può amplificare le emozioni, attenuarle, non mostrarle per nulla o dissimularle, ovvero dimostrarne di diverse rispetto a quelle provate.

Ok per l’attenuazione, la neutralizzazione e la dissimulazione, ma…l’amplificazione non sarà un po’ rischiosa?!

Categorie: Psicologia e lavoro
Tag:, ,
  • Cristina

    comunque sia: grazie alle emozioni!! ci ricordano che siamo vivi (anche quando siamo superconcentrati sul lavoro!!!)

  • alessia

    Grazie Cri!!!
    condivido pienamente!!!!

  • Project

    Siamo d’accordo anche con Cristina, ma ci sono situazioni in cui dare sfogo alle proprie emozioni può essere nocivo per il soggetto stesso che le manifesta. Quante volte il pianto viene sminuito e deriso?

  • Pingback: viagra()

  • Pingback: www.srkauto.com()

Newsletter

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail per ricevere le nostre newsletter

Iscriviti per: Project Group 2014 Newsletter
Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy*