L’industria bresciana rilancia l’automotive Italia

Postato da Project Group il giugno 17, 2016

Un comparto dal futuro ottimista quello dell’automotive bresciano, questo quanto emerso dallo studio di settore e dal focus group promosso da Aib e Unicredit a Brescia.

Un settore che è cresciuto nell’ultimo anno del 15%, contro la crescita dell’1% del PIL italiano.

Un settore che per ritornare ai livelli pre crisi, deve recuperare ancora il 10% e lo farà perchè la ripresa c’è e si vede:

– nei primi cinque mesi dell’anno si parla di 875.778 immatricolazioni, un più 20,51 punti percentuali rispetto al medesimo arco di tempo dello scorso anno;
– a maggio le immatricolazioni hanno registrato una crescita del 27%.

Una visione ottimista supportata anche dai dati che riguardano il mercato tedesco: la Germania (“un’auto su 5 al mondo è a marchio tedesco”) primo cliente per l’Italia nell’acquisto dei componenti, si attesta al quarto posto nella produzione mondiale automotive.

Un quarto posto che porta con sé un 8% di valore aggiunto con un retrogusto tutto italiano, considerato il fatto che in Italia il sistema vale oltre 44 miliardi, di cui il 60% destinati alla produzione di componenti, focus produttivo di molte aziende bresciane, tra cui alcuni dei nostri maggiori clienti.

Buone notizie dunque dal fronte auto per i nostri clienti, non possono che rimboccarsi le maniche e cavalcare la ripresa.

automotive

Categorie: Eventi e Workshop Project Group

Newsletter

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail per ricevere le nostre newsletter

Iscriviti per: Project Group 2014 Newsletter
Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy*