Una professione very trendy? Il data scientist! Postato da Manuela Crovato il dicembre 5, 2012 ·

commenti: 2

Oggi voglio addentrarmi in un mondo a me piuttosto sconosciuto. Mi riferisco ai “big data” e alla professione che, pare, sia la più richiesta del nostro secolo, ovvero quella del “Data scientist”. La mia prima fonte è l’articolo dell’Harvard Business Review di Ottobre, intitolato “Data scientist: il lavoro più interessante del XXI secolo“. Desidero approfondirecontinua »

Qualche buon motivo per smettere di leggere news Postato da Manuela Crovato il novembre 30, 2012 ·

commenti: 1

Quanto è vero! Mi succede ogni volta. Sfacciatamente curiosa quale sono, cedo alle lusinghe di qualsiasi notizia campeggi sulle pagine del mio pc: post di Facebook, siti di giornale, pagine di posta…sono tutte stracolme di news dai titoli accattivanti e dalle immagine più seducenti. Distrarsi è un attimo. A parlarne: “10 Reasons You Should Stopcontinua »

Come risvegliare i dipendenti più svogliati Postato da Manuela Crovato il novembre 20, 2012 ·

commenti: 3

  Non è un fenomeno poi così raro e la soluzione non è sempre l’”eliminazione”. Mi riferisco a tutti i lavoratori poco motivati e per nulla entusiasti. L’autrice di “6 ways to inspire a dull employee” ci fornisce qualche dritta su come trattare questi dipendenti, per dar loro una nuova possibilità e risvegliarli dal torpore.continua »

Quanto è utile procrastinare e perdere tempo? Postato da Manuela Crovato il novembre 8, 2012 ·

commenti: 2

  Chi l’ha detto che la procrastinazione è un’abitudine da sconfiggere? In “Procrastinazione…vi dice qualcosa?” avevamo già commentato un articolo in cui l’autrice forniva preziosi consigli per non farlo più, o quanto meno provarci. Suggerimenti utili e condivisibili, ma se ci fosse qualcuno a sostenere la tesi contraria? Secondo l’autore di “Don’t read this unlesscontinua »

Consigli per tonificare il cervello Postato da Manuela Crovato il ottobre 26, 2012 ·

commenti: 4

Che la nostra intelligenza possa aumentare anche in età matura non è provato, ma che possiamo diventare cerebralmente più brillanti e ritardare l’insorgere di malattie come l’Alzheimer sì. Quindi niente scuse, sentite qui e mettetevi al lavoro. La fonte è un articolo comparso su Wired di Settembre. “Metti il turbo al tuo cervello”: un titolo,continua »

Pag successiva »

Newsletter

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail per ricevere le nostre newsletter

Iscriviti per: Project Group 2014 Newsletter
Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy*