Quando l’open space viene rimandato a Settembre Postato da Manuela Crovato il marzo 29, 2010 ·

commenti: 4

TBS WF Open Office da mrdorkesq Certo, Robert Propst, creatore dell’open space, non avrebbe mai immaginato che la sua idea sarebbe stata oggetto di tanto clamore “negativo”. Dotato delle migliori intenzioni, aveva pensato ad uno spazio lavorativo aperto, libero e dinamico, arredato con scrivanie e pannelli bassi (giusto per garantire il minimo di privacy necessaria).continua »

Dalla parte dell’ordine Postato da Manuela Crovato il marzo 25, 2010 ·

commenti: 4

My Work DesK da DeaPeaJay Se proprio non sopportate la confusione e il disordine creativo… non disperate: c’è chi sostiene che siano ordine e organizzazione gli ingredienti fondamentali per rimanere calmi e sereni e, quindi, anche più produttivi ed efficienti sul posto di lavoro. Leo Babauta, rifacendosi ai preziosi consigli di Allen e al suocontinua »

Scrivania disordinata, che passione! Postato da Manuela Crovato il marzo 23, 2010 ·

commenti: 0

Desk Experiment 003 da orphanjones Disordinati cronici, dalle scrivanie d’ufficio caotiche e “scompigliate”, aprite bene le orecchie: il disordine funziona, mentre l’ordine fa perdere tempo prezioso. Probabilmente, in cuor vostro, l’avete sempre saputo, ma a sostenervi vi è addirittura un professore di management della Columbia University, Eric Abrahamson , che ha dedicato un intero librocontinua »

Stop al Caffè Postato da Manuela Crovato il marzo 17, 2010 ·

commenti: 7

Our Coffee miss u da [jRa7] Ancora pochi giorni e calerà il sipario “sul caffé”. In molti ci hanno chiesto, stupiti, se avessimo deciso di vendere caffé anzichè proseguire con la consulenza e la formazione…e la risposta è stata: stiamo scherzando?!?! Siamo oggi più che mai una società di consulenza di direzione e organizzazione aziendale!continua »

Il caffé corretto Postato da Manuela Crovato il marzo 16, 2010 ·

commenti: 2

Google Lounge da Extra Ketchup Ci si immagini lavoratori appassionati della propria professione e del proprio lavoro, che conoscono e condividono la mission dell’azienda e che agiscono in vista di un obiettivo comune. In questo caso, cambiando le condizioni di lavoro, si modificherebbe anche la necessità di interromperlo. Dipendenti e collaboratori, piacevolmente coinvolti nelle lorocontinua »

Pag successiva »

Newsletter

Inserisci qui il tuo indirizzo e-mail per ricevere le nostre newsletter

Iscriviti per: Project Group 2014 Newsletter
Ho letto e accettato l'informativa sulla privacy*